lunedì 20 marzo 2017

instax lover

E' davvero passato tantissimo tempo dalle mie ultime entry nello scrappin'planner, la tentazione era di tuffarmi direttamente nel nuovissimo planner di Heidi, ma poi la voglia di lasciare almeno qualche ricordo degli ultimi mesi ha prevalso e cos' ho deciso di utilizzare il formato personal e per rendere il tutto più veloce ho deciso che avrei utilizzato soltanto le foto instax ho creato una cartella con dieci foto per mese concentrando l'attenzione sulle cose che ci tenevo davvero a ricordare e poi via di stampa in questa foto potete vedere i tre mazzetti di foto pronte per essere scrappate. Per chi non conoscesse questo gioiellino vi dico che è assolutamente uno dei migliori acquisti che ho mai fatto, permette di avere le famose foto istantanee modello polaroid ma decisamente più piccole il formato è 5 x 8,5 cm. le foto hanno una risoluzione un po' vintage tipica delle istantanee e a me piace molto perché è come se davvero le avessi stampate al momento e invece questa stampantina ha il vantaggio di farci scegliere quali scatti vogliamo utilizzare azzerando gli sprechi, che visto i costi alti delle cartucce, non è poco. Comunica con il nostro cellulare in wi fi attraverso una sua app e non ha fili ma un tipo speciale di pile a lunga durata che vi consentono di portarla comodamente in giro con voi sarà un'ottima compagna di viaggio. Vi lascio qui il link alla recensione dei prodotti scrap legati al mondo instax.
Ma veniamo finalmente alle prime pagine targate 2017 in realtà i mesi sono ancora 2016 ma poco conto perché ci troverete già un anticipo di questa primavera che comincia a fare capolino.
in queste prime due pagine ho creato con la foto una pagina apribile per la costa laterale per nascondere sotto il journaling ho usato il washi sia sopra che sotto creando un gioco di sovrapposizioni dietro la foto ho attaccato una mini card lasciando volutamente che si intravedesse il nero della foto come una sorta di mattatura.
 

 
di seguito le altre due pagine ho usato gli stessi colori "sorbetto" questa volta con qualche accents un po' più vivace per contrastare la foto molto scura scattata al cinema, nella pagina di sinistra ho fissata in orizzontale e sempre con un gioco di washi ho creato una pagina nascosta mentre nella pagina a destra ho fissato in alto ma attaccandola alla pagina il resto l'ha fatto il journaling!!!
 
 
 
ecco il video che vi ho linkato sopra
 
 

venerdì 17 marzo 2017

Idee per decorare il nostro Planner

Ciao ragazze,
oggi è il mio turno e ho deciso
di mostrarvi alcune delle mie paginette!!!



Questa paginetta è dedicata al giorno del mio compleanno,
mio marito Andrea mi ha portata a cena fuori in uno dei
miei ristoranti preferiti e non potevo che
fare una foto al mio delizioso dolce....
Yam yam....
La pagina l ho decorata con degli abbellimenti di 
Maggie Holmes, Heidi Swapp e di 
Webster's page.


Questa pagina invece è un dolce ricordo
di una gita con il pattino con mia figlia Viola.
Gli abbellimenti usati sono di Prima Marketing
che adoro.


E l'ultima paginetta è dedicata al 
Bajocco Festival 
tre giorni di spettacoli con vari artisti di strada
che si fa' ogni anno a Settembre nella mia
cittadina. 


Gli abbellimenti sono misti,
adoro la cornicetta d'orata.


Spero che le mie paginette siano di vostro gradimento
e di fonte d'ispirazione.
Vi saluto augurandovi una meravigliosa giornata !!!
A presto!!!
Hugs Tiziana

lunedì 13 marzo 2017

Pianifichiamo il nostro scrappin' planner _ Elena_PlanningMyLife

Ciao Ragazze, oggi vorrei farvi vedere come pianifico il mio Scrappin' planner e come mi organizzo per non dimenticare nulla.
Solitamente aggiorno il mio memory planner una volta al mese, dipende dal tempo libero e dagli impegni, quindi per me è importantissimo segnarmi le cose importanti o i momenti più belli , perché bastano poche parole o una piccola foto per ricordare tutto il momento in un istante.

Scelta del planner


La scelta è ricaduta sul nuovo modello personal di Heidi Swapp, un mix di rosa, fiori e colori che non poteva non conquistarmi.



Il layout interno secondo me è perfetto per pianificare al volo.
All'inizio del mese c'è una pagina riepilogativa che mi consente di vedere nel suo complesso il mese e questo mi aiuta tantissimo nell'organizzare l'intero mese del mio Scrappin' planner.



Poi troviamo su una pagina tutta la settimana e sull'altra spazio libero per aggiungere piccole foto o memorabilia, o anche per appuntarsi altro che riteniamo importante. Il tutto è molto lineare e semplice. Mi bastano neanche 2 minuti alla sera per scrivere e decorare la giornata.


Le foto in bianco e nero le stampo con una normalissima stampante Epson Stylus SX130. Alla fine della settimana scelgo le foto più importanti o significative che riporterò poi a colori e "racconterò" meglio nel mio Scrappin' planner.
Tutta questa visione di insieme mi rende piacevole, veloce e immediato il lavoro di fine mese.
Mi ci è voluto un anno per trovare il metodo adatto a me. Lo scorso anno appuntavo le cose in vari planner ( ne uso parecchi tra lavoro, casa, bimbo e personale) e ogni volta dovevo cercare un po' di qua e un po' di là gli avvenimenti del mese....risultato? mi stressavo, mi demoralizzavo e accumulavo mesi da raccontare.
Come vi ho già detto nel mio precedente post, questo metodo è favoloso, a distanza di anni vi ritroverete un libro vero è proprio della vostra storia, perché ogni attimo è importante.
Le americane amano avere un planner dedicato alla gratitudine, mi piacerebbe farlo , ma il tempo è davvero tiranno...ma secondo me già trascrivere i nostri momenti , anche i più piccoli, è un gesto di gratitudine alla vita, cambiare modo di vedere le piccole cose di ogni giorno è essere grati di essere qui e avere questo grande dono.
Come al solito mi dilungo e inizio a trascrivere i miei pensieri come un fiume in piena, perdonatemi..

Astuccio porta tutto



Insieme al mio personal planner , tengo un astuccio molto minimal ma super capiente preso su Aliexpress a pochi euro. Qui dentro tengo tutto quello che userò per il mio pre Scrappin' planner.
Stickers, pins, card, sample di wash tape , tutto in tinta con lo stile che ho deciso di avere in questo planner.
Tanto rosa, fiori, colori , mi mettono di buon umore, sempre!
Ovviamente ho un astuccio dedicato solo al memory planner grande di Heidi, ma questo ve lo racconterò nel prossimo post.
A presto!

Elena_PlanningMyLife




lunedì 6 marzo 2017

Scrappin'planner girls: Erika - Scrappika


Mi chiamo Erika, sul web Scrappika, e da oggi salirò anche io a bordo di questo bellissimo progetto, per questo vi racconto un po’ chi sono.

Ho scoperto il mondo dello scrap poco più di tre anni fa e d’allora non l’ho più abbandonato.

Fin da piccola ho sempre avuto una passione per la creatività, tanto che carta, colori e forbici non mancavano mai nei miei pomeriggi di gioco.
La scrapbooking per me è stata una rivelazione ed anche un sollievo in un momento particolare della vita in cui stavo cercando di capire come rendere alcuni ricordi meno dolorosi e riportarli ad essere un momento felice da rivivere. Così, nel layout e nel project life, ho trovato un modo molto colorato e sereno per fissare alcuni momenti belli e preziosi.

Un giorno poi, vagando on line, ho scoperto il Memory Planner di Heidi Swapp ed è stato subito amore perché mi ha riportato alla memoria i tempi della Smemoranda utilizzata a scuola e mi è sembrato da subito un modo meno impegnativo per il memory keeping rispetto al project life e ai layout.



Ho iniziato così, inserendo foto e scrivendoci accanto frasi e pensieri, aggiungendo sticker, timbrate e abbellimenti vari. Qui vi mostro qualche pagina...




Nell’arco dei mesi, mentre il mio planner diventava sempre più spesso, anche il mio stile cambiava alla ricerca della mia dimensione, finchè un giorno sono entrata nel gruppo di Rosy e ho capito che lo Scrappin’ Planner era un concetto che faceva per me: adattare le pagine del planner alla parte dello scrapbooking che mi piaceva di più, ovvero il layout.

Ho iniziato a trattare il planner come un diario dove creare dei mini layout settimanali, dedicando alla settimana due layout.
Ovviamente, vista la mia passione per il layering, presto il Memory Planner ha iniziato a gonfiarsi a dismisura, quindi ho dovuto trasferire parte dei mesi già scrappati in un binder d’archivio.



Nel frattempo ho portato nella mia collezione diverse agende, sia personal che formato A5, provando ad impiegarle per diversi utilizzi, fatto sta che per il mio stile (chissà se sarà quello definitivo?!!)  il Memory Planner di Heidi Swapp nel formato classico è sicuramente il migliore.
Per quest’anno, quindi, ho scelto nuovamente il planner di Heidi nel formato classico nella versione nera con i fiori.

L’ho scelto sia per perché trovo che il colore molto neutro mi permetta di giocare molto con i colori, sia perchè mi incuriosisce provare questo nuovo layout delle pagine interne!


Prestissimo vi mostrerò alcune paginette realizzate sul nuovo planer!

Ci leggiamo presto... buono scrap!


Erika (Scrappika)

mercoledì 1 marzo 2017

......scrapchat

Salve a tutte
Oggi vi parlo di una novità a cui tengo moltissimo, un progetto tutto nuovo al quale sto lavorando già da un po'!!! Sta per iniziare la mia nuova rubrica video intitolata Scrapchat, durante ciascun episodio risponderò alle domande che mi verranno poste da tutte voi sulla mia pagina fb rosymercurio, domande inerenti lo scrap, i planner e tutto il mondo che ruota intorno, e se a qualche domanda non saprò rispondere chiederò il parere dell'esperta su quell 'argomento!!! Non vi sembra un'idea fantastica io non sto più nella pelle non vedo l'ora di cominciare. tra le domande a cui risponderò ci sarà anche una che vincerà un premio scrap e sarete voi stesse a decretare la vincitrice votando la domanda che vi è sembrata più interessante.
Questo è il bellissimo logo della nuova rubrica creato dalla nostra Lucy in the wonderland
ma per una prima chiacchierata ho preparato la presentazione video vi va di vederla e dirmi cosa ne pensate????

domenica 26 febbraio 2017

Setup.... mio caro setup...


Ciao a tutti! 
Confesso dai! Quando ho acquistato i miei primi planner ho sempre guardato con un po' di diffidenza e sospetto le taschine interne della copertina continuando a chiedermi "ok ma che ci devo fare?!!" 
Però diciamolo dai quanto è bello aprire il proprio planner guardarlo e trovarsi in mezzo a ciò che si ama! Alla carta, ai dettagli, magari ad una foto che si adora; perché esiste una verità assoluta: non si ha una seconda possibilità di fare una buona prima impressione e nel caso dei nostri adorati planner la prima buona impressione sta proprio nel nostro setup!
Ma poi che cos'è il setup? A che serve? Sicuramente una riposta l'avrete già ma io vi racconto cos'è per me!
Io lo definisco unire utile e dilettevole! Perché mi piace che sia bello, colorato e che sia il primo colpo d'occhio sul mio planner ma al contempo deve essere un fantastico necessaire da viaggio! 
Perché mettiamo caso che ci troviamo in un posto taaaaaanto ma taaaaanto noioso e che vogliamo fare un po' di sano scrappinplanner che facciamo? 
Eccolo il nostro amico setup che corre da noi sul cavallo bianco e ci salva dalla noia ed ecco la sua parte utile! 
Quindi come lo componiamo?
Personalmente faccio sempre in modo che ci siano alcuni stickers, le immancabili card da project life con frasi motivazionali che amo e che esprimano il mio umore (e le sue mille variabili!!!😂😂) qualche abbellimento e qualche sample di washi magari; perché se la colla non c'è l'hai tutto si cura con un po' di washi tape.

È così, ecco qui alcuni dei miei setup preferiti e che attualmente svettano nei miei planner... ve li faccio vedere e ovviamente non dimenticate mai di inserire una bella penna abbinata.


Passate una splendida giornata,
Un abbraccio 
La vostra FrancyFrills 


venerdì 24 febbraio 2017

kushi | l'organizzazione del mio scrappin'planner durante il mese

Ciao a tutti! Oggi vi parlo dell'organizzazione e di come, passo dopo passo durante il mese, mi dedico allo scrappin'planner. Si tratta di un processo che ha richiesto un po' di tempo per esser perfezionato ed ancora ha qualcosa da sistemare, ma lo trovo comodo, divide il "lavoro" in piccole parti e rende tutto il metodo più funzionale per me.
Quando ho iniziato lo scrappin'planner non avevo in mente un'idea ben precisa di come strutturare le pagine e quindi non c'era una vera organizzazione alla base. Proprio come con lo scrap, se avevo qualche foto da voler fissare nel planner, stampavo e decoravo la settimana in questione. I mie primi mesi perciò non hanno una continuità nel racconto, sono stati esperimenti.

kushi organizzazione scrappin'planner www.scrappinplaner.blogspot.it

Come lavoravo allo scrappin'planner lo scorso anno

Una volta prese le misure con questo nuovo "spazio di lavoro", così diverso per me, amante dei classici layout 30x30, ho iniziato ad organizzare il lavoro. C'è voluto del tempo, non è stato immediato scoprire cosa funzionava e cosa no.
Innanzitutto ho deciso di lavorare mensilmente, per evitare il problema di dover scrappare su una pagina già decorata sul retro. Questa è stata la decisione più semplice! Organizzare poi tutto il lavoro un po' meno... Gli ultimi mesi dello scorso anno semplicemente ponevo come obiettivo di lavorare ad un determinato mese entro i primi 10 giorni del successivo. In quei giorni quindi facevo un riepilogo del mese, stampavo le foto e decoravo man mano le varie pagine. Era un'ottima base, ma non era la soluzione ottimale per il journaling. Far passare troppo tempo da un avvenimento allo scrivere qualcosa al riguardo finiva col farmi perdere un po' il senso del racconto, la motivazione. A volte invece non mi veniva proprio in mente un argomento, una piccola cosa che invece, segnata sul momento, mi avrebbe potuto ispirare un tema da trattare.

Nuovo anno, nuova organizzazione

Con il nuovo anno ho perciò perfezionato il metodo, con l'aiuto di un'applicazione sul mio smartphone ed una semplice agenda settimanale. Ma il tutto potrebbe esser riassunto con "appunti a matita"! Semplice e veloce.

Durante la settimana, ad un determinato orario, ho un promemoria sul cellulare. L'ho impostato con un'applicazione chiamata Daylio che mi permette di fissare con delle semplicissime icone personalizzabili le attività della giornata appena trascorsa e se voglio posso aggiungere del testo. Poche semplici parole che richiamino alla mente ciò che ho fatto durante il giorno. Il tutto richiede due minuti di orologio, ogni sera.

Ogni domenica invece dedico almeno un'ora al mio "riepilogo della settimana". Prendo il mio planner, l'altra agenda e con l'aiuto dell'applicazione segno ciò che ho fatto durante la settimana, prima sull'agenda a penna segnando ogni particolare, poi a matita sul planner Carpe Diem scegliendo in base alle varie sezioni.
Parto dalla vista mensile, scrivo ciò che voglio ricordare e, in base alle foto che ho, decido se metterne qualcuna piccolina in quella sezione. In genere metto lì le foto di avvenimenti che so non andrò ad approfondire nella visione settimanale. Passo poi alla pagina con le date da ricordare. Ad inizio mese segno i compleanni, ogni domenica invece segno le date di avvenimenti importanti o che mi fa piacere ricordare. Arrivata alla vista settimanale, scelgo due argomenti e segno, tutto direttamente sul planner a matita, quali foto utilizzare ed eventualmente quali inserti mettere, se voglio parlare di più argomenti. Anche questa operazione non richiede molto tempo... La parte più lunga è il trascrivere sull'altra agenda tutte le piccole cose della settimana appena passata.

Terminato il mese, come prima cosa scrivo un riepilogo, scorrendo mentalmente gli avvenimenti appena trascorsi ed immergendomi nei ricordi e nelle sensazioni. Rivedo poi le foto selezionate negli appunti e le stampo. Stampo con la Selphy prima una griglia di foto piccoline che andranno nella vista mensile e poi passo a quelle delle varie settimane. In questo caso, a seconda di quante foto sono e di come mi ispirano al momento, decido le dimensioni e mi faccio un'idea delle possibili disposizioni.

A questo punto passo all'azione, allo scrappin'planner vero e proprio! Tiro fuori la macchina da scrivere e completo la vista mensile. Fissati i miei appunti, incollo le foto e decoro con stickers, timbri, puffy stickers...

kushi organizzazione scrappin'planner www.scrappinplaner.blogspot.it

Faccio la stessa cosa per la pagina successiva dedicata alle date da ricordare... sempre macchina da scrivere e via.

kushi organizzazione scrappin'planner www.scrappinplaner.blogspot.it

A questo punto quindi passo alla decorazione delle varie settimane. Decido se mettere degli inserti come page protectors oppure se sostituire qualche pagina base del planner con una patterned paper. In questa fase c'è la parte più creativa e più scrapposa di tutte! Quella in cui posso sbizzarrirmi mentre racconto la mia storia.

kushi organizzazione scrappin'planner www.scrappinplaner.blogspot.it

Questo metodo mi sta dando molte soddisfazioni, ma c'è ancora una piccola cosa che vorrei cambiare... scrivere i journaling appena deciso il tema da trattare. Non voglio che passi troppo tempo. Devo arrivare a scrappare con in mano già un testo che mi ricordi perché ho scelto di parlare di un determinato argomento. A volte le foto bastano da sole a ricordare, ma non sempre.

Cosa ne pensate? Sono sempre troppo cervellotica lo so! Ma vi posso garantire che mi porta via pochissimo tempo durante la settimana e porta ad ottimi risultati :) O almeno porta a quello che voglio per questo progetto, continuità e non ritrovarmi ad avere parti della mia storia sparsi qua e là ed un senso di incompiuto. Almeno in questo periodo della mia vita voglio questo. Per la parte più spontanea ed immediata c'è lo scrapbooking classico ;)

Spero di avervi ispirate o dato almeno qualche idea per organizzarvi meglio con il vostro scrappin'planner!
A presto!